lunedì 7 maggio 2018

Cosa vedere a Napoli in due giorni


Napoli è stata una piccola fuga non programmata e del tutto improvvisata, poche ore nel folklore italiano tra: colori, canti e sapori deliziosi. Un angolo di mondo che non avevo mai visto e che mi ha donato un pò di fortuna e davvero tante sane calorie.

Napoli mi ha fatto tenere il naso all'insù dall'inizio alla fine, una città brulicante di storia, di fili pieni zeppi di panni stesi e di una sorte di misticismo difficile da spiegare.

Se proprio devo dirvela tutta però la città mi ha scatenato emozioni contrastanti: affascinante da una parte ma davvero molto sporca dall'altra. L'immondizia rovina completamente intere vie e monumenti lasciando a chi non è abituato una sorta di amaro in bocca. Sorvolando questo la cosa che mi porterò nel cuore sono state le persone, molto gentili e con un amore invidiabile per la propria città. 


Napoli è una città da visitare con calma perché offre un'infinità di posti, scorci, chiese, palazzi e profumi; A partire dal profumo del pomodoro, della pizza fritta, delle sfogliatelle e per finire quello del caffè più buono che io abbia mai assaggiato. 

Grazie al consiglio di diversi amici napoletani ci siamo subito direzionati verso la famosissima Pizzeria Gino Sorbillo. Due ore di coda dovute allo sbaglio colossale di arrivare troppo tardi, mai atteso cosi tanto per una pizza! Fortunatamente sapevamo già cosa ordinare, qualsiasi locale ci aveva già consigliato di assaggiare le versioni tradizionali: margherita, napoletana con acciughe e fritta

Le pizze di Gino Sorbillo sono molto diverse dalle nostre al nord, si sciolgono in bocca, sono leggerissime (per quanto grandi) e sono lievitate alla perfezione. Io ho ordinato la pizza fritta che per tradizione è farcita con ricotta e ciccioli, una bomba calorica che avevo paura a mangiare, la mia gastrite cronica ogni tanto chiede pietà. Volete la verità? Digerita benissimo, probabilmente più leggera di una margherita mangiata da noi "polentoni"

La parte più divertente? La pizza margherita costa 4 euro


Un'altra tappa fondamentale che vi consiglio è la Pasticceria Scaturchio, famosissima per vendere le sfogliatelle ricce e i babà più buoni di tutta Napoli

Ma volete sentirvi davvero come uno dei locali? Allora oltre al dolce concedetevi di prendete un caffè sospeso.

Il caffè sospeso è una filosofia solidale e filantropica che consiste nel pagare due caffè e consumarne solo uno. Il secondo caffè sarà dato al primo bisognoso che entrerà nel bar e ne chiederà uno. Una tradizione antica che ormai sta affrontando il suo declino.


Se avete poche ore come me per poter visitare la città ecco a voi una lista di attività che vi consiglio di fare:

1 ↠ Assaggiare le specialità napoletane
       Pizza fritta, pizza margherita, sfogliatella, caffè, babà e chi più ne ha più ne metta.

2 ↠ Perdersi a piedi per le viuzze del centro e ammirare con il naso all'insù i palazzi
       La cosa più strana e divertente che mi è capitata è stata ascoltare un signore che nel davanzale di         casa sua cantava con un microfono. I suoi canti napoletani erano a fine ovviamente commerciali,         dal balcone scendeva una cesta per le offerte. Strano, eh? Da noi probabilmente sarebbe già stato         spedito al manicomio dai vicini.

3 ↠ Neapolis Sotterrata
       Una città sotto terra in cui potrete visitare l'antico foro di Neapolis. Strati di civiltà antiche                 sepolte sotto il centro della città moderna, la pietra medievale si appoggia sopra a costruzioni               greco-romane. L'accesso al sito si trova proprio in centro, vicino alla Via dei Presepi, una strada         in cui gli artigiani danno sfogo alla proprio manualità e creatività con vere e proprio opere d'arte.         Chi non vorrebbe un fornaio che inforna pizze nel proprio presepe a Natale?

4 ↠ Monastero di Santa Chiara con il suo Chiostro Maiolicato 
       Un'opera d'arte che mi ha lasciato a bocca aperta, un patrimonio storico di cui vi racconterò                 meglio nel prossimo post. 

5 ↠ Spaccanapoli
       Una strada larga del centro storico che spacca visivamente la città in due parti, zona sud e zona           nord. Per vederla meglio vi consiglio di ammirarla dall'alto.

6 ↠ Maschio Angioino o Castel Nuovo 
       Antico castello medievale e rinascimentale simbolo della città di Napoli. Un'opera d'arte                   meravigliosa rovinata da un cantiere a cielo aperto, vi consiglio di non abbassare mai lo sguardo         perché il fossato è pieno di immondizia e materiali edili. 


7 ↠ Teatro San Carlo e Piazza del Plebiscito
      Uno dei Teatri più importanti d'Europa collocato in Piazza del Plebiscito, vicino al mare, dà                sull'entrata del Palazzo Reale di Napoli. Una curiosità? Provate ad attraversare la piazza                    bendati, è impossibile farlo senza girare in tondo, non riuscirete ad andare dritti.



Un piccolo assaggio di Napoli con la promessa di tornarci per poter visitare le mille altre attrazioni. 

Se non sapete dove alloggiare vi consiglio il B&B I Viceré, una comoda scoperta situata nel centro di Napoli. Una struttura accogliente, con un arredamento divertente, una pulizia impeccabile e con un proprietario gentilissimo disposto ad aiutarvi e a consigliarvi i migliori posti in città. 

Ecco il link per prenotare: http://www.ivicere.com/it-it

Ringrazio di cuore le persone napoletane che con tanta gentilezza si sono prodigate a darmi consigli. Un grazie particolare va a Pasquale, un amico innamorato della sua terra che con tanto entusiasmo mi ha suggerito dei posticini che non dimenticherò.

↟ THE END ↟
SHARE:

Nessun commento

Posta un commento

Ti ricordo che se commenti con un account registrato ACCONSENTI a pubblicare il link al tuo profilo tra i commenti. PRIMA DI COMMENTARE consulta la privacy policy per ulteriori informazioni.

pipdig