giovedì 29 marzo 2018

Marrakech, alla scoperta della città rossa


Marrakech, una delle sette città imperiali del Marocco, è un oasi affascinante che riesce a conquistare i cuori più scettici. Il mondo arabo si mescola a colori, gentilezza e un profumo di menta fresca.
SHARE:

martedì 27 marzo 2018

Valle dell'Ourika tra sofa galleggianti e colori sgargianti


La Valle dell'Ourika è facilmente raggiungibile da Marrakech, famosa per le sue sette cascate, le coltivazioni di olive, agrumi e una zona di villeggiatura che colora gli imponenti Monti Atlas

Noleggiando un auto o più semplicemente aggregandovi ad una delle tante corriere che parte dalla città vi unirete alla miriade di turisti che solitamente la visitano. Non sarete soli ma vi consiglio di farci un salto per vedere una zona del  Marocco divertente, fluorescente e stramba. 
SHARE:

domenica 25 marzo 2018

Valle del fiume Draa, da Zagora ad Ouarzazate


Partendo dal profondo e arido sud il nostro itinerario prosegue verso i monti centrali inoltrandosi nella Valle del Draa chiamata anche Valle delle mille Kasba. Il Draa è il fiume più grande del Marocco, costeggiato da villaggi berberi, montagne e un palmeto rigoglioso lungo più di 200 chilometri. 


Zagora, il nostro punto di partenza, celebre per il suo cartello "Timbuctu 52", è la città che sorge a ridosso delle prime vere dune del deserto, una città cruciale in passato per il passaggio delle carovane. La faticosa attraversata del Sahara regalava la sorpresa di una strada ricca di oasi e di kasbe ospitali e fresche in cui potersi fermare per riposare e approvvigionarsi. 


Entrati nella Valle del Draa la nostra destinazione finale Ouarzazate si faceva sempre più vicina. La bellezza di questa valle vanta tante fortificazioni diventate Patrimonio dell'Umanità Unesco e famose per una serie interminabile di film hollywoodiani girati. 

Vi consiglio di fare un salto nel villaggio di Ait Benhaddou, una ksar nel quale sono state fatte le riprese di alcuni bellissimi film, per citarvene alcuni: Il Gladiatore, Prince of Persia, Lawrence D'Arabia, Game of Thrones, Star Wars e molti altri. Incredibile vero? La Kasba vive ormai grazie al turismo e all'industria cinematografica, una realtà un pò triste che però vista attraverso uno schermo si trasforma in qualcosa di epico. 


L'area di Ouarzazate è famosa anche per essere la Valle delle Rose, interi acri di rose che vengono raccolte in primavera. Le rose sostengono parte dell'industria cosmetica del Marocco e rappresentano un passo importante per la società: a maggio durante la festa della rosa i berberi delle montagne scendono in città per presentare la loro figlia più bella.


Lungo il percorso, vicino a Skoura, sede del nostro Riad Les Jardins, ci siamo inoltrati in un paesaggio di terra rossa ricco di oleandri e caverne, abitazioni tipiche dei berberi più radicali della zona. 
La nostra visita nei pressi di Ouarzazate si è conclusa con le Gole del Todra, un canyon suggestivo che sprigiona tutta la sua bellezza nella parte più alta. Con tutta onestà e la mia solita schiettezza penso di aver visto gole e canyon decisamente molto più belli, per me sono state una delusione.

Queste gole vi consiglio di visitarle solo se sono di strada, immortalarle vi lascerà una bellissima foto ricordo (proprio come l'immagine iniziale di questo post) ma se dovete impiegarci delle ore o sacrificare altre zone del Marocco eliminatele subito dal vostro tour. 


Se volete leggere il tour completo vi consiglio questo articolo: 

↟ THE END ↟


SHARE:

giovedì 22 marzo 2018

Notte in tenda sotto il cielo stellato del Sahara


Una notte nel deserto del Sahara è una di quelle esperienze indimenticabili, il silenzio e la sensazione di pace che troverete dispersi in questo capolavoro di Madre Natura rimarrà con voi per sempre.
SHARE:

mercoledì 21 marzo 2018

La grande palmeraie di Tata


Tata è stata una delle mete di passaggio del nostro viaggio on the road in Marocco, una piccola città famosa per le sue piastrelline colorate dipinte con i disegni tipici più svariati. La kasbah cinquecentesca in rovina è stata trasformata in maison d'hôtes, ora è possibile pernottarvici o semplicemente visitarla. 
SHARE:

domenica 18 marzo 2018

Tissint, una notte in tenda da veri berberi


Akka Nait Sidi, un campeggio in vero stile berbero nel cuore del canyon roccioso di Tissint. Il territorio pre sahariano del Sud del Marocco conserva un patrimonio naturalistico autentico, un paesaggio che muta chilometro dopo chilometro. 
SHARE:

venerdì 16 marzo 2018

Tafraoute, il villaggio magico dell'Anti Atlante


Tafraoute è la meta che non mi sarei mai aspettata, una piccola città costruita in altitudine e circondata da rocce granitiche. Una vera oasi riparata dal caldo africano con un sentore autentico e una profonda anima marocchina. 
SHARE:

martedì 13 marzo 2018

Taroudannt, l'antica capitale berbera del Sous


Taroudannt è una città berbera della fertile valle del Sous chiamata anche la "piccola Marrakech", si dice che la Medina ricordi molto quella della città rossa. 
SHARE:

domenica 11 marzo 2018

La via dell'Argan: una nocciolina dai poteri antichi


La via dell'Argan collega la perla del sud, Marrakech, con la città bianca, Essaouira. Il tragitto propone uno scenario paesaggistico che si perde a vista d'occhio ricco di arbusti di Argan spinosi e tanto preziosi. Lo sfruttamento di questo suolo ha un ruolo veramente importante nel lato economico e sociale del Marocco, le cooperative produttrici sono perlopiù femminili, dall'acquisto della nocciolina fino al confezionamento degli innumerevoli prodotti.  
SHARE:

martedì 6 marzo 2018

Alla scoperta di Essaouira: la città dei gatti dai toni turchesi


Essaouira, antico porto mercantile di grande fama, oggi città cinta da alte mure con una medina dai toni celesti e un profumo di oceano nell'aria. Secondo la tradizione questa città berbera fu fondata da mercanti cartaginesi, conquistata poi dai berberi, dagli arabi ed infine dai portoghesi. La sua medina bianca e blu fa parte dei Patrimoni Mondiali dell'Umanità dell'Unesco
SHARE:

domenica 4 marzo 2018

Terre des Etoiles: un eco lodge nel deserto di Marrakech


Il deserto di Agafay è un insieme di altopiani rocciosi a soli 40 minuti da Marrakech, l'opzione migliore per chi desidera provare l'emozione di una notte in glamping nel cuore del deserto avendo pochi giorni a disposizione
SHARE:
pipdig