domenica 11 marzo 2018

La via dell'Argan: una nocciolina dai poteri antichi


La via dell'Argan collega la perla del sud, Marrakech, con la città bianca, Essaouira. Il tragitto propone uno scenario paesaggistico che si perde a vista d'occhio ricco di arbusti di Argan spinosi e tanto preziosi. Lo sfruttamento di questo suolo ha un ruolo veramente importante nel lato economico e sociale del Marocco, le cooperative produttrici sono perlopiù femminili, dall'acquisto della nocciolina fino al confezionamento degli innumerevoli prodotti.  

Si sente parlare tanto di Argan ma in poche parole cos'è? 

Si tratta di una mandorla bianca ovvero il seme dei frutti della pianta di Argania Spinosa, una pianta sviluppatasi solo nelle zone aride marittime di Marocco e Algeria. L'Argan è talmente prezioso che viene chiamato "l'oro dei berberi", la popolazione lo utilizza per virtù terapeutiche e cosmetiche da secoli. 


Viaggiare on the road ci ha permesso di fermarci in una delle cooperative lungo la strada. E' bello come le donne cerchino di ritagliarsi una vita lavorativa contribuendo al loro sviluppo sociale. Questo mercato equo solidale vede una commercializzazione mondiale ma, come ci ha spiegato la direttrice, l'offerta non riesce a colmare la domanda. 

Provate a pensare... queste mandorle vengono prodotte solo in due zone del mondo ma noi vediamo di continuo un'infinità di prodotti commercializzati a base di Argan, siamo sicuri siano proprio veri?

Mi dispiace dirvelo ma e' impossibile lo siano. L'olio e le creme che compriamo noi in Occidente hanno un contenuto di Argan bassissimo, la maggior parte viene tagliato con altri prodotti come olio d'oliva, mandorla e nocciola. 


Le lavoratrici presenti ci hanno spiegato le fasi di lavorazione:
  1. raccolta
  2. essiccatura al sole
  3. selezione
  4. rottura ed estrazione della mandorla su pietra
  5. divisione delle mandorle (uso alimentare e cosmetico)
Dalla lavorazione dell'Argan si ottengono tantissimi prodotti, quelli puri sono l'olio e una pasta marrone che una volta indurita viene venduta ad hammam per i trattamenti e ai panifici per panificare. Il profumo di questo prodotto piacerà di sicuro ai più golosi, si tratta di un sentore di nocciolina tostata. I benefici sono innumerevoli, ad uso cosmetico è uno dei prodotti più nutrienti e io, che soffro di dermatite atopica da una vita, ve lo posso consigliare. L'olio puro comprato in Marocco lo applico ormai ovunque: corpo, viso e soprattutto capelli. 

Un altro prodotto poco conosciuto ma che a me piace tanto è l'Amlou, la "nutella marocchina". Questo prodotto alimentare si ottiene mescolando mandorle di argan tostate e schiacciate, olio d'argan, olio d'oliva e miele. Un nettare che, a mio gusto, incrocia la nutella con il burro di noccioline, un idillio goloso ma sano! Questo prodotto energetico, se siete fortunati, ve lo serviranno durante la tipica colazione marocchina.



Il solo pensiero di questi sapori e profumi mi rimanda con i ricordi in questa bellissima terra. Vi consiglio, se siete in procinto di prenotare una vacanza nel Sud del Marocco di far una visita ad una di queste cooperative. I prezzi dei prodotti che troverete saranno più alti di quelli della Medina cittadina ma sono qualitativamente diversi; Acquistarli presso queste aziende locali significa scegliere la qualità e appoggiare donne che lottano per la propria dignità

↟ THE END ↟

SHARE:

Nessun commento

Posta un commento

Ti ricordo che se commenti con un account registrato ACCONSENTI a pubblicare il link al tuo profilo tra i commenti. PRIMA DI COMMENTARE consulta la privacy policy per ulteriori informazioni.

pipdig