giovedì 21 dicembre 2017

Trieste: cosa vedere in poche ore tra storia e buon cibo


Trieste è una splendida città di confine. Una città d'incontro di più culture che rende viva la percezione di sentirsi in un paese straniero. Dopo un week end di tour in Slovenia abbiamo deciso di dedicare la nostra ultima tappa a Trieste per spezzare e rendere più dolce il ritorno a casa. Da Postumia ci è voluto davvero poco per raggiungerla grazie ad una tecnica adottata molto semplice: ogni 2-3 ore di viaggio abbiamo programmato un'attrattiva interessante da visitare, in questo modo le ore in macchina sono passate velocemente.


Dopo aver parcheggiato l'auto e prenotato un carinissimo b&b per la notte abbiamo iniziato la nostra lunga passeggiata. Il cammino è partito subito dalla parte più eterea e affascinante della città il molo Audace che deve il suo nome al primo cacciatorpediniere della marina militare italiana attraccatovi.  Dal molo ci siamo subito resi conto del colpo di fortuna avuto, il Veliero Amerigo Vespucci attraccato in uno dei moli per soli 4 giorni. Si tratta di un'imbarcazione varata nel 1931 e ora usata come nave scuola usata per l'addestramento dalla marina militare italiana. L'ultimo suo motto ufficializzato: "Non chi comincia ma quel che persevera". 


Dal molo la camminata ha proseguito verso il centro storico, sede di piazze e viuzze caratteristiche. Passeggiando abbiamo visitato: la famosa Piazza Unità D'Italia, Monumento ai caduti, Piazza della borsa, Faro della Vittoria, ex Ospedale Psichiatrico ed infine uno degli scorci più belli della città il Borgo Teresiano. Questo Borgo ospita il Canal Grande che sbocca al porto vecchio, e alle spalle del canale la bellissima Piazza Vittorio Veneto in cui si trova la Fontana dei Tritoni.  Dopo questa passeggiata abbiamo ripreso la macchina per visitare l'ultimo nostro punto di interesse della giornata il Castello di Miramare.  


Questo meraviglioso Castello Asburgico è affacciato sul golfo di Trieste ed è famoso anche per la sua triste storia oltre che per la sua bellezza. Questa struttura è risultata funesta per tutte le famiglie che vi hanno abitato e si dice che esista una maledizione secondo cui chiunque vi pernotti sia destinato a morire prematuramente in terra straniera.
Se volete leggere tutta la storia "maledetta" del castello vi consiglio questo articolo: Maledizione del Castello.


Il castello è circondato da un bellissimo parco di circa 22 ettari. Fiori e piante incorniciano questa perla maledetta dal sentore romantico e decisamente malinconico. Qualche passo e sono riuscita a scovare questo angolo, delle scale che saranno sicuramente servite per salire su piccole imbarcazioni. Vi consiglio di sedervi sui gradini per ammirare l'orizzonte e il colore verde di quest'acqua ricca di pesci in movimento. 


Dopo il tanto passeggiare ci tengo a consigliarvi un posticino carinissimo in cui potervi riposare facendo una pausa ristorativa decisamente sana. Il ristorante Mimì e Cocotte lo trovate aperto per una golosa colazione, per un brunch o semplicemente per un pranzetto delizioso: hanno molte torte, tantissime varianti di pancakes e dei piatti sani che seguono la stagionalità degli ingredienti. 


Per concludere questa bellissima giornata a Trieste non potevamo non prenotare in un alloggio giocoso e colorato come il Dai Muli B&B. La mentalità aperta di confine ed internazionale delle proprietarie ci ha fatto sentire sul serio in vacanza, non ci è sembrata una struttura dalla mentalità e dal gusto italiano. Questa struttura ve la consiglio per la sua pulizia, per la comodità e per la gioia di poter parlare con persone straniere. Avete voglia di sentirvi altrove ed allenare il vostro inglese? Allora è il posto giusto per voi, prenotate!


Se volete sbirciare altri piatti del ristorante: Mimì e Cocotte

Per prenotare il mio stesso alloggio: Dai Muli B&B

↟ THE END ↟
SHARE:

Nessun commento

Posta un commento

Ti ricordo che se commenti con un account registrato ACCONSENTI a pubblicare il link al tuo profilo tra i commenti. PRIMA DI COMMENTARE consulta la privacy policy per ulteriori informazioni.

pipdig